giovedì 12 luglio 2012

Esca per la pesca di oggi eh... il murice


il murice un esca spettacolare per la pesca dei saraghi e orate


il murice è un mollusco avente una conchiglia che lo protegge ,
la forma della conchiglia è conica a spirale con delle specie di “spine “ che escono sul piano orizzontale del mollusco.
Nel nostro mare esistono diverse specie di murice ognuna si differisce dal altra per la forma della conchiglia e per il suo colore esterno con molte varianti nelle sfumature che banno dal giallo al grigio e al marroncino.(...)
(...)


Questa specie è carnivora e mangia di tutto dai pesci morti ai altri molluschi che li mangia bucando il guscio con delle secrezioni acide e succhiandone il corpo molle dal interno.

Una curiosità in passato il murice veniva pescato per estrarre la porpora
“il colore degli dei e dei re “
ma purtroppo per estrarre la porporra bisognava uccidere il murice in quanto ogni esemplare produceva al massimo una goccia di porpora e gli esemplari giovani anche meno

E' stata trovata addirittura una descrizione sul murice di Plinio il vecchio.

Dove si recupera ?
Si può recuperare o dal pescivendolo ma non sono economiche ! Considerate che la maggior parte del peso viene dato dal guscio!!!

Oppure si può optare per il metodo che piace a me ossia recuperale dalle pozze nel mare o ancora sul fondale a breve profondità.

Un metodo meno meno faticoso consiste nel calare in mare una nassa con dei residui organici
e in poco tempo si riempirà di murici.

Un mio professore (una grandissima persona ) mi racconto che in passato il murice veniva
pescato con qualsiasi metodo dai bracconieri.

Per quale pesce si presta ? Si presta bene come esca bianca quindi i pesci che andremo a pescare saranno saraghi e orate , ma in generale tutti gli sparidi.

Una particolarità infine su come usare il murice come esca , se siamo in estate e abbiamo il nostro secchiello con il murice (sempre con un po di acqua di mare)
romperemo il guscio e innescheremo il murice cosi, se invece siamo in autunno o primavera
allora useremo un innesco misto con murice fresco e murice congelato infatti il
congelamento rompe i tessuti e permette una migliore fuoriuscita del grasso e
dei succhi corporei , che contribuirà a una migliore pastura ,
infine il murice è un esca eccezionale per il sarago ma sopratutto per l'orata.
Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille! Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Posta un commento